Manifesto

Presentazione

La ricorrenza del centenario della morte di Giacomo Puccini è l’occasione per valorizzare la portata storica e riflettere sull’eredità culturale di uno dei più grandi compositori d'opera italiana attraverso il lancio di un portale dinamico e aperto a tutti. “Giacomo Puccini on line” è al tempo stesso una risorsa per la ricerca in campo umanistico e un progetto di public history coinvolgente, informativo e inclusivo, che celebra l’arte e il ruolo di Puccini ieri e oggi, proponendosi come punto di riferimento per studiosi e appassionati.

Il portale raccoglie le informazioni legate alla figura e alla produzione del maestro, configurandosi come aggregatore delle principali fonti documentarie (conservate presso una pluralità di istituzioni pubbliche e private) e come infrastruttura che integra documenti digitali di varia natura, promuovendo una maggiore accessibilità e diffusione delle opere pucciniane.

«Io non ho mai avuto niente di misterioso né di indecifrabile nella mia vita! Il cuore umano è un po' misterioso, ma lo è per tutti…»  
- Giacomo Puccini a Giulio Ricordi (Torre del Lago, 25 giugno 1909)

Il progetto

La piattaforma non solo agisce come motore di ricerca per dati bibliografici e archivistici (grazie all’interoperabilità con , ma arricchisce anche l'esperienza dell’utente con contenuti editoriali che contestualizzano l’opera di Puccini in maniera interdisciplinare e transmediale. La prospettiva storica intreccia dunque documentazione archivistica e bibliografica insieme all’iconografia, alle opere d’arte e alle testimonianze cinematografiche e sonore, disponibili tramite tecnologie adeguate e in linea coi più recenti sviluppi delle Digital Humanities.           

Il portale, compatibile con tutti gli standard nazionali di descrizione archivistica, di catalogazione e digitalizzazione, è concepito come piattaforma in costante aggiornamento, al fine di promuovere la conoscenza del patrimonio musicale, artistico e documentario legato a Giacomo Puccini secondo percorsi di lettura sempre nuovi e originali.

L'Archivio in evidenza