Sottotitolo
Puccini, Ricordi and the rise of the modern entertainment industry

Palazzo Bertelsmann,
Unter den Linden 1, Berlino
18.4 – 16.5 2024

La mostra, realizzata in occasione del centenario della morte di Giacomo Puccini, propone attraverso l’esame della carriera internazionale del maestro, una riflessione sulle influenze che ebbero all’inizio del XX secolo i nuovi media e le innovazioni tecnologiche sul teatro musicale. In realtà fu un passaggio epocale, una vera rivoluzione per la fruizione della musica che fino a quel momento poteva essere fruita unicamente dal vivo.

Poco dopo l’inizio del ventesimo secolo, infatti, due rivoluzioni tecnologiche, le registrazioni sonore e l’immagine in movimento, che precedentemente erano considerate solo “curiose novità” (negli stessi anni in cui iniziava la carriera di Puccini), improvvisamente si ampliarono per imporsi come vere e proprie industrie dell’intrattenimento, la discografia e il cinema, rischiando di diventare una minaccia commerciale per i modelli di business tradizionali degli editori musicali come Ricordi, i cui introiti per diritti e royalties dipendevano principalmente dalle esecuzioni dal vivo nei teatri. Il modo in cui gli editori musicali avrebbero reagito e si sarebbero adattati a queste innovazioni, in quegli anni iniziali, fu un fattore determinante e cruciale per il loro successo commerciale. Le sfide che gli editori affrontarono in quel fin-de-siècle erano straordinariamente simili alle questioni legate alle nuove tecnologie che i produttori musicali affronteranno all’inizio del XX e XXI secolo, offrendo una prospettiva affascinante per il nostro tempo.

Mostra promossa da Archivio Storico Ricordi e Bertelsmann
Maggiori dettagli nel SITO DELLA MOSTRA

Data
-
Luogo
Unter den Linden 1, Berlino, Germania
Luogo (geofield)
Preview Image
Event title heading